Planning e Scheduling Manutenzione: Ecco i Principi Fondamentali

    bg-separatore
    Planning e Scheduling Manutenzione: Ecco i Principi Fondamentali

    Il processo di Planning e Scheduling, pianificazione e schedulazione della manutenzione, è uno dei passaggi obbligati per una gestione efficiente ed un processo altamente produttivo.

    Il Planning della manutenzione, nella sua definizione, fornisce precise informazioni su cosa fare, come operare la manutenzione e in quanto tempo. Lo Scheduling della manutenzione stabilisce chi e quando intervenire per le attività di manutenzione.

    Vediamo quali sono i principi del Planning e Scheduling di manutenzione, quali sono le figure coinvolte e in che modo una sua corretta definizione e applicazione possa portare ad effettivi benefici per la produttività e l’efficacia sia dei singoli macchinari che dell’impianto nel suo complesso.

    Planning della manutenzione: che cos’è e come funziona

    Il Planning, o programmazione, della manutenzione deve fornire informazioni precise e univoche sugli interventi di manutenzione. Una programmazione efficace della manutenzione deve partire da un’analisi attenta del processo d’impianto, dalla conoscenza dettagliata degli organi che lo compongono e delle influenze reciproche dei macchinari (es. lo stop di un macchinario può influenzare tutta una catena di macchine). 

    Il planning della manutenzione deve prevedere:

    • organizzazione dei processi di lavoro di interesse;
    • definizione dei ruoli e delle responsabilità nel complesso di gestione e operazione della manutenzione;
    • descrizione degli interventi di manutenzione, con operazioni di intervento, tempi operativi d’interruzione e procedure di sicurezza da seguire;
    • valutazione degli interventi di manutenzione, con parametri come i KPI (Key Performance Indicators);
    • definizione di un backlog recante gli obiettivi minimi da ottenere attraverso il sistema di manutenzione.

    Attraverso il planning della manutenzione si possono ottenere un’elevata velocità di intervento, ridotti tempi di stop operativi dell’impianto e gestione ottimale del  know-how aziendale attraverso una precisa suddivisione di incarichi e responsabilità.

    Scheduling della manutenzione: quando agire 

    Lo Scheduling, o schedulazione, della manutenzione ha l’obiettivo di definire temporalmente gli interventi necessari alla manutenzione, anche detta manutenzione programmata, e chi ha il compito di eseguirli. Un’attenta costituzione dello scheduling, applicata su lunghi periodi, può permettere di limitare al minimo le perdite di produzione per effetto delle interruzioni programmate attraverso:

    • interventi efficaci e brevi, come previsti dal planning di manutenzione, in periodi temporali ben definiti;
    • possibilità di valutare il numero di interventi di manutenzione ordinaria necessari nell’arco temporale di produzione.

    Planning e Scheduling manutenzione: il planner e la riprogrammazione

    Un planning & scheduling della manutenzione efficace deve prevedere check point di verifica, ovvero step obbligati in cui verificare i principi di manutenzione e la loro applicazione attraverso la ricezione dei risultati produttivi ottenuti, valutabili in termini di risparmio sulla manutenzione, riduzione del numero di interruzioni e riduzione del tempo medio di interruzione per le attività di manutenzione.

    I KPI (Key Performance Indicators) sono in questo senso un ottimo indicatore della bontà del planning & scheduling di manutenzione e la sua definizione ricopre un ruolo di estrema importanza. Attraverso i KPI, il programma di gestione della manutenzione potrà essere migliorato sistematicamente fino al raggiungimento dell’ottimo.

    La responsabilità della redazione e della gestione del planning & scheduling di manutenzione è affidata alla figura del planner.

    Il planner:

    • è una figura separata dalla squadra di manutenzione, per garantire l’oggettività della valutazione sull’operato della manutenzione e focalizzarsi sugli aspetti gestionali della stessa;
    • deve saper valutare correttamente le competenze della squadra a propria disposizione, per individuare eventuali mancanze;
    • ha il compito di programmare gli interventi di manutenzione tenendo conto delle ore disponibili;
    • deve verificare l’operato seguendo precisamente gli indicatori indicati nel programma di manutenzione;
    • prevedere un’adeguata formazione del personale competente sulla strategia di manutenzione intrapresa, con messaggi chiari e inequivocabili.

    Vedi anche

    Storicamente, il mondo dell’industria è uno di quelli che ha vissuto dei radicali cambiamenti in tempi notevolmente brevi. Alle tre note rivoluzioni industriali, riferite all’avvento della […]

    L’audit di manutenzione rappresenta lo strumento principale per la definizione di un programma di miglioramento della gestione della manutenzione. Per audit di manutenzione si intende il […]

    ISE partecipa a  A&T 16a EDIZIONE | 6-8 APRILE 2022 LA FIERA DEDICATA A INNOVAZIONE,TECNOLOGIE, AFFIDABILITÀ E COMPETENZE 4.0   ISE sarà presente con uno stand  […]

    GDPR Cookie Consent with Real Cookie Banner

      This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.


        Ho preso visione dell’informativa privacy*

      * Campi Obbligatori