Audit di Manutenzione Cos’è e a Cosa Serve – Scopri di Più

    bg-separatore
    Audit di Manutenzione Cos’è e a Cosa Serve – Scopri di Più

    L’audit di manutenzione rappresenta lo strumento principale per la definizione di un programma di miglioramento della gestione della manutenzione. Per audit di manutenzione si intende il processo di verifica delle prestazioni del programma di manutenzione, all’interno del quale rientrano gestione, controllo e applicazione, in confronto con le Current Best Practices, ovvero con le prestazioni migliori ottenibili al momento della valutazione. Scopriamo che cos’è, nello specifico, un audit di manutenzione, quali indicatori tiene in considerazione e come si applica.

    Cos’è un Audit di manutenzione

    Un audit, generalmente, è la verifica delle prestazioni ottenute da un dato processo o tecnologia in confronto con i valori standard di riferimento considerati al momento della verifica. Un audit di manutenzione, quindi, verifica sotto diversi profili, quali quello tecnico ed economico, l’efficacia di un programma di manutenzione in rapporto ai valori di riferimento prestabiliti.

    Può risultare complesso dare una valutazione globale ad un sistema di manutenzione, soprattutto quando questo è applicato in impianti che prevedano una cospicua pluralità di interventi di manutenzione, ognuno dei quali può presentare aspetti del tutto particolari e non comparabili con gli altri interventi di manutenzione operati nello stesso impianto. Le normative UNI definiscono in maniera precisa quali siano i principi da seguire per una corretta verifica del sistema di manutenzione. Prima di tutto, un sistema di manutenzione deve presentare:

    • un adeguato budget di manutenzione;
    • un programma esclusivo di manutenzione per ciascun componente;
    • un sistema formativo di manutenzione;
    • professionisti addetti alla manutenzione adeguatamente formati e competenti.

    Per qualificare il sistema di manutenzione, le normative, in relazione al contesto lavorativo a cui il sistema è applicato, suggeriscono di prendere in considerazione:

    • univocità organizzativa del programma di manutenzione e della sua applicazione;
    • congruenza tra la politica di manutenzione delineata e la strategia di manutenzione operata;
    • considerazione strategica della manutenzione nella pianificazione aziendale;
    • livello di ingegnerizzazione della manutenzione;
    • rispetto delle normative su sicurezza sul lavoro e impatto ambientale.

    La valutazione  degli aspetti appena elencati va operata anche in considerazione della natura interna o esterna della manutenzione, dato che gli interventi di riqualifica del processo di manutenzione sono in questi due casi sensibilmente diversi. 

    Come si applica un Audit di manutenzione

    Definiti i principi di valutazione del sistema di manutenzione, quindi i criteri dell’audit di manutenzione, è necessario fornire gli strumenti per una loro corretta quantificazione e per renderli confrontabili a valori ottimali di riferimento. Si presenta il problema di avvalersi di strumenti di confronto oggettivi, inequivocabili nella loro definizione e indicativi della bontà del sistema di manutenzione.

    La normativa UNI 11414 ad esempio, al punto 6, suggerisce proprio gli strumenti adeguati per una valutazione trasversale della qualità del sistema di manutenzione. L’applicazione di questi strumenti porta alla definizione di parametri caratteristici e particolari del sistema in esame, detti Key Performance Indicators (KPI), il cui compito è dare una rappresentazione numerica e confrontabile dei criteri di valutazione dell’audit di manutenzione.

    L’audit di manutenzione può così condurre ad un programma di riqualifica del sistema di manutenzione molto accurato, che preveda:

    • documentazione delle strategie di miglioramento da applicare;
    • sviluppo di un piano di implementazione delle azioni di miglioramento previste;
    • analisi e misurazione dei progressi raggiunti attraverso le migliorie apportate al sistema di manutenzione.

    Miglioramenti cardinali per il sistema di manutenzione sono, per esempio:

    • il passaggio da manutenzione a guasto a manutenzione preventiva e predittiva
    • il Planning & Scheduling di manutenzione
    • gestione ottimale dei ricambi 
    • Skills development.

    Vedi anche

    Storicamente, il mondo dell’industria è uno di quelli che ha vissuto dei radicali cambiamenti in tempi notevolmente brevi. Alle tre note rivoluzioni industriali, riferite all’avvento della […]

    ISE partecipa a  A&T 16a EDIZIONE | 6-8 APRILE 2022 LA FIERA DEDICATA A INNOVAZIONE,TECNOLOGIE, AFFIDABILITÀ E COMPETENZE 4.0   ISE sarà presente con uno stand  […]

    Il Corriere della Sera oggi, 14 marzo ha pubblicato  un articolo dedicato a  – L’importanza della tecnologia farmaceutica per il nostro Paese  L’Italia è ad oggi […]

    GDPR Cookie Consent with Real Cookie Banner

      This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.


        Ho preso visione dell’informativa privacy*

      * Campi Obbligatori